MAPPA DEL SITO ELENCO SITI TEMATICI PRIVACY POLICY
Comune di Mazzo di Valtellina
Mazzo di Valtellina 552 s.l.m. Ab. 1010

NOTIZIE E PROVVEDIMENTI DURANTE L' EMERGENZA CORONAVIRUS - COVID 19

 

 

REGIONE LOMBARDIA - app allertaLOM
 
Nell'ambito delle azioni di contrasto all'emergenza Coronavirus,
Regione Lombardia ha sviluppato, all'interno dell'app della
Protezione civile ALLERTALOM, il progetto CERCACOVID.
Attraverso l'app viene proposto ai tutti i cittadini un BREVE
QUESTIONARIO, finalizzato a raccogliere informazioni complete e
strutturate sulla diffusione del contagio, da mettere a disposizione
dell'Unità di Crisi regionale.
L'obiettivo è contribuire alla gestione dell'emergenza e sviluppare
analisi statistiche ed epidemiologiche indispensabili per il presente e
per il futuro.
Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di Regione Lombardia 
e sulla Piattaforma Open Innovation .
L'APP ALLERTALOM È DISPONIBILE SIA SU GOOGLE PLAY CHE SU APPLE
STORE.
Il questionario è ANONIMO ed è rivolto sia alle persone che presentano
sintomi sia agli asintomatici.
 
FORNITURA LEGNA DA ARDERE E PELLET PER CITTADINANZA ANZIANA CHE NE ABBIA NECESSITA'

   

Per gli anziani del Comune di Mazzo di Valtellina che ne abbiano necessità la ditta FOPPOLI BRAMIN metta a disposizione a titolo gratuito legna da ardere e pellet.

La consegna verrà effettuata dai volontari della Protozione Civile, telefonando al numero  347 0113845 ( Giuseppe Moratti ).

Un grazie alla famiglia FOPPOLI, a tutti i volontari del gruppo ANA-Protezione Civile e a tutta la cittadinanza per i sacrifici che sta affrontando, uniti ce la faremo.

IL SINDACO

Saligari Franco Matteo 

 

 

 **** 

 

COMUNICAZIONE AI CITTADINI

 

*******

 

Apertura Uffici Comunali


********

 NUOVO MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE

********

 

PRONTO SOCCORSO PSICOLOGICO

 

 

ASST Valtellina e Alto Lario in accordo con ATS, ha attivato un Pronto Soccorso Psicologico rivolto alla popolazione, gestito dagli Psicologi/psicoterapeuti dipendenti della ASST Valtellina e Alto Lario. Il servizio viene erogato ai familiari di pazienti affetti da COVID19 ma anche alle persone che in questo momento, causa emergenza COVID, si trovano in difficoltà a gestire la situazione da un punto di vista emotivo. La peculiarità di questo servizio è quella di garantire una risposta da parte di personale qualificato, tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 19.00. 

 

PRONTO SOCCORSO PSICOLOGICO

SUGGERIMENTI PER OPERATORI DEL SOCCORSO

CONSIGLI PER LA GESTIONE DELLA PAURA

CONSIGLI PER LA GESTIONE DELLA PAURA

 

 

 

SENSO CIVICO

 

FASE 2 - NUOVE MISURE   

 

OPUSCOLO

DECALOGO COMPORTAMENTI DA SEGUIRE PER CORONAVIRUS

 

25/05/2020

AGGIORNAMENTI

 

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 17 maggio 2020 introduce ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il decreto delinea il quadro normativo nazionale all’interno del quale, dal 18 maggio al 14 giugno 2020, con appositi decreti od ordinanze, statali, regionali o comunali, potranno essere disciplinati gli spostamenti delle persone fisiche e le modalità di svolgimento delle attività economiche, produttive e sociali.

 

Il 17 maggio il presidente Attilio Fontana ha firmato l’Ordinanza n. 547, che integra le misure approvate dal DPCM del 17 maggio 2020. Le disposizioni riportate nell’Ordinanza di Regione Lombardia hanno validità fino al 31 maggio 2020.

 

Dal 18 maggio è possibile spostarsi all’interno del territorio regionale e non è più necessaria l'autocertificazione. Sono inoltre consentiti gli spostamenti verso le seconde case o per raggiungere le proprie imbarcazioni e vengono eliminate le limitazioni alla navigazione lacuale e fluviale.

 

Fino al 2 giugno compreso rimangono vietati gli spostamenti verso altre Regioni, se non per esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute. In questi casi occorrerà fornire un’autocertificazione.

 

L’ordinanza regionale conferma l’obbligo di indossare mascherine o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca, anche all’aperto, tranne nel caso di intense attività motorie o sportive.

 

Per i soggetti sottoposti a quarantena resta il divieto assoluto di muoversi dalla propria abitazione o dimora fino al momento in cui non viene accertata la guarigione.

 

Non sono invece consentite le attività, neanche all’aperto, di piscine e palestre.

 

Le attività economiche e produttive sono consentite a condizione che si rispettino i contenuti dei protocolli o delle linee guida Inail, in modo da assicurare livelli adeguati di protezione per prevenire o ridurre il rischio di contagio. Il mancato rispetto dei protocolli o delle linee guida determina la sospensione dell’attività fino al momento in cui vengono ripristinate le condizioni di sicurezza.
L’Ordinanza Regionale n. 547 prevede, fino al 31 maggio, ulteriori prescrizioni e raccomandazioni per i datori di lavoro, tra cui l'obbligo di misurazione della temperatura di tutti i dipendenti, di comunicare tempestivamente i casi sospetti all’ATS di riferimento, e la raccomandazione di scaricare e utilizzare l’app “AllertaLom” compilando il questionario “CercaCovid”.
La misurazione della temperatura dei clienti / utenti è fortemente raccomandata, mentre diventa obbligatoria in caso di accesso ad attività di ristorazione con consumazione al tavolo.

 

L’Ordinanza Regionale n. 547 del 17 maggio 2020 prevede ulteriori specifiche indicazioni per:

 

  • la riapertura di musei, ristoranti, bar, parrucchieri, estetiste e molte altre attività commerciali;
  • la ripresa delle funzioni religiose;
  • la ripresa delle esperienze formative di tirocinio anche in presenza, esclusivamente negli ambiti di lavoro ove non sussistono le restrizioni all’esercizio dell’attività;
  • l’apertura allo svolgimento delle attività di addestramento di cani e cavalli e altre specie animali in zone ed aree attrezzate, anche mediante addestratori e centri cinofili;
  • consentito lo svolgimento dei censimenti e dei piani di controllo della fauna selvatica, secondo quanto previsto dalla l.r. 26/1993.

 

Si confermano infine le disposizioni comportamentali e organizzative previste dalla Ordinanza regionale n. 539 e 541 per le attività economiche.

 

Per approfondimenti sui provvedimenti del Governo si rimanda al sito internet dedicato http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

 

 

 

 

POSTE ITALIANA

 

Come già avvenuto gli scorsi mesi, l'erogazione dei ratei pensionistici sarà anticipata a partire dal giorno 26 di maggio fino al 1 giugno, mediante un'azione di ampliamento della rete e degli orari degli Uffici Postali attivi su tutto il territorio nazionale.
Inoltre Poste Italiane adotterà misure di programmazione dell'accesso agli sportelli dei soggetti titolari del diritto alla riscossione, consentendo l'accesso anche nell'arco dei giorni lavorativi precedenti al mese di competenza delle prestazioni medesime.
In particolare, il calendario relativo alle pensioni del mese di giugno sarà il seguente:
Per gli Uffici Postali aperti 6 giorni:
I cognomi:  dalla A alla B martedì 26 maggio
                  dalla C alla D mercoledì 27 maggio
                  dalla E alla K giovedì 28 maggio
                  dalla L alla O venerdì 29 maggio
                  dalla P alla R sabato 30 maggio
                  dalla S alla Z Lunedì 1 Giugno
Nel caso di Uffici Postali non aperti su 6 giorni si verifica quanto segue:
Su 5 giorni: 
:

I cognomi:  dalla A alla C giorno 1
                  dalla D alla G giorno 2
                  dalla H alla M giorno 3
                  dalla N alla R giorno 4
                  dalla S alla Z giorno 5
Su 4 giorni:

I cognomi:  dalla A alla C giorno 1
                  dalla D alla K giorno 2
                  dalla L alla P giorno 3
                  dalla Q alla Z giorno 4
Su 3 giorni:

I cognomi:  Dalla A alla D giorno 1
                  Dalla E alla O giorno 2
                  Dalla P alla Z giorno 3
Su 2 giorni:
I cognomi:  Dalla A alla K giorno 1
                  Dalla L alla Z giorno 2

Per tutti gli Uffici Postali aperti in un'unica giornata in tutta la settimana, il pagamento sarà effettuato a tutte le lettere nella stessa giornata.
La lista degli Uffici Postali abilitati al pagamento delle pensioni e relative informazioni sulle giornate di apertura saranno disponibili anche sul sito aziendale 
www.poste.it e al numero verde 800.00.33.22.
Si ricorda l'importantissima convenzione stipulata tra Poste Italiane e l'Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di tutto il paese di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti, potranno richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della stessa pensione a domicilio per tutta la durata dell'emergenza da Covid-19, evitando così di doversi recare negli Uffici postali.

 

 

16/05/2020

D.L. 16.05.2020 N. 33

Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19

 

 

15/05/2020

 

ORDINANZA R.L. N. 546 DEL 13.05.2020

 

Regione Lombardia ha emanato l'Ordinanza regionale 546 del 13 maggio 2020, che prevede alcune prescrizioni per i datori di lavoro, più restrittive di quelle statali, per garantire la tutela della salute in tutti i luoghi di lavoro in Lombardia. Il provvedimento sarà in vigore a partire dal 18 maggio 2020.