MAPPA DEL SITO ELENCO SITI TEMATICI PRIVACY POLICY
Comune di Grosio
Grosio 656 s.l.m. Ab. 4566

NEWS DAL COMUNE

 NEWS2

 

 

 

  

Barra

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

 Amministrazione_Trasparente

 

 

 

 

 

Barra

CENSIMENTO PERMANENTE POPOLAZIONE 2019

Barra

BANDO INTERVENTI EMERGENZA ABITATIVA SCADENZA 31/11/2020

Barra

IL COMUNE DI GROSIO E IL SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTRAVERSO I CANALI SOCIAL:
TELEGRAM
telegram





FACEBOOK
facb




Barra

Richiesta Ski Pass Provinciale

Barra

STRADA DEL MORTIROLO "ZONA CASALE LAGO"

ordinanza n°30 : Revoca parziale dell'ordinanza n°23 del 26/07/2019 - riapertura al traffico della strada di accesso al passo del mortirolo dalle ore 8:00 alle ore 20:00 e  ulteriori limitazioni diurne in caso di allerta meteo arancione 

 

AVVISI CRITICITA' DA PARTE DELLA PROTEZIONE CIVILE:

In caso di ALLERTA ARANCIONE della zona IM02 media Valtellina visionabile a questo LINK si applicano le restrizioni di cui alla soprarichiamata ordinanza 

LOGGOOO

 

 

 GUIDA ALLE ALLERTE DI PROTEZIONE CIVILE

 

 

 COSA FARE SE...

 

 

 

 


 

Barra

Da oggi attivo in questo comune

pagoPA

 

 

 

 

 

 

 

Barra

Banca Dati Opere Pubbliche

Barra

Intervento “ANPR – Supporto ai Comuni per il subentro” realizzato con il cofinanziamento dell’Unione europea, PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 – FSE.

 1.gif
 2.gif
 3.gif
 4.gif

 

Barra

CATASTO DELLE TORRI DI RAFFREDDAMENTO
Compilazione scheda per la registrazione al catasto comunale delle torri di raffreddamento/condensatori evaporativi.

Regione Lombardia, attraverso il recente aggiornamento della legge regionale 33/2009 “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità” ha indicato ai Comuni l’obbligo di predisporre e curare il “registro delle torri di raffreddamento ad umido e dei condensatori evaporativi”.


La DGR N° XI / 1986 del 23/07/2019 con il termine “torre di raffreddamento” indica ogni tipo di apparato evaporativo (torre di raffreddamento a circuito aperto, torre evaporativa a circuito chiuso, condensatore evaporativo, raffreddatore evaporativo, scrubber) utilizzato in impianti di climatizzazione di edifici (residenziali o ad uso produttivo), in processi industriali, in impianti frigoriferi o in sistemi di produzione energetica, caratterizzato dall’impiego di acqua con produzione di aerosol ed evaporazione del liquido.

E’ pertanto necessario che i responsabili (proprietari o gestori) di “torri di raffreddamento” compilino e restituiscano ai Comuni la scheda per la registrazione al catasto comunale delle torri di  raffreddamento/condensatori evaporativi, (allegata)

In particolare, ogni nuova installazione delle torri di raffreddamento ad umido e dei condensatori evaporativi ed ogni cessazione permanente deve essere registrata entro novanta giorni (comma 3);
Si coglie occasione per richiamare all’attenzione le buone pratiche indicate dalle “Linee guida per la prevenzione e il controllo della Legionellosi” per una corretta gestione di tali impianti. (allegato)

In particolare, il paragrafo “5.7. Gestione degli impianti di raffreddamento a torri evaporative o a condensatori evaporativi” identifica le attività a carico dei gestori per garantire il contenimento del rischio di legionella.

Richiamate le buone pratiche di manutenzione e di gestione, si ricorda che i gestori dell’impianto sono responsabili della tenuta dei seguenti documenti da mettere a disposizione del personale delle ATS durante i momenti di controllo:

 

- documento di valutazione e gestione del rischio legionella 

- presenza di un piano di autocontrollo per ricerca di legionella e relativi esiti 

- schema dell’impianto, planimetria e documentazione fotografica 

- registro di manutenzione dell’impianto 

- schede tecniche dei prodotti utilizzati per pulizia e disinfezione 

 

Linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi

Scheda torri di raffreddamento

 

Barra

Logo censimento

Barra

IL COMUNE SI PRESENTA

Antico e grosso borgo che riveste una grande importanza nel panorama archeologico, artistico e storico della Valtellina. Paese di antiche origini (la zona di Grosio fu abitata in epoca preistorica), dal 1355 fu feudo dei Venosta e nel 1600 ebbe importanti rapporti con Venezia. Paese che diede i natali al più celebre pittore valtellinese: Cipriano Valorsa, valorizzato solo nel 1800, fu definito il Raffaello della Valtellina, e per la sua pittura tipicamente religiosa gli è valsa la qualifica di Pittore Devoto. Questo paese offre ancora intatti quei caratteri di cordialità, solidarietà e tradizioni vive, tanto da costituire uno dei più caratteristici della valle. Inoltre l'amenità dei luoghi, i monumenti, l'ottima cucina locale, sono un buon motivo per fermarsi in visita o per una vacanza estiva. Attività principali sono l'agricoltura e l'artigianato; grazie a un territorio ricco di pascoli e prati, Grosio ha un pregevole patrimonio bovino. Di notevole importanza sono le incisioni rupestri risalenti all'età del bronzo e del ferro, incisioni che insieme ai resti di due importanti castelli (nuovo e vecchio) medioevali, si trovano su un promontorio roccioso tra Grosotto e Grosio, espressione di una concentrazione di millenni di storia locale e della Valtellina intera.

Per valorizzare il complesso archeologico di Grosio è stato costituito il Parco delle Incisioni Rupestri, con sede nella Villa-Museo Comunale Visconti Venosta. Del castello Faustino (o vecchio) si ha notizia già in documenti del 1150, mentre il Castello nuovo risale al 1350 circa, per volontà dei Visconti Venosta ed e uno dei più rilevanti complessi della valle: entrambi svolsero un'importante opera difensiva, vista la loro posizione particolarmente strategica. Importante la visita al centro storico; vi troviamo uno tra i monumenti più rappresentativi del paese: la chiesa di San Giorgio (secolo XIII) e il suo campanile in stile romanico. In via Roma, nei pressi della parrocchiale di San Giuseppe (1626), sorge il palazzo Visconti Venosta (secolo XVI), dimora estiva dell'illustre famiglia e oggi sede del museo civico, della biblioteca comunale e del Parco delle Incisioni Rupestri. Vale sicuramente una visita.


Grosio è caratterizzata da una storica emigrazione a Venezia da cui deriverebbe anche l'uso del tipico costume che molte anziane del luogo indossano tuttora. Una valle interessante e consigliabile per escursioni e passeggiate a qualsiasi turista, è certamente la Val Grosina. Questa magnifica vallata, ricca di boschi, malghe, alpeggi, non ancora contaminata dal turismo residenziale, consente al visitatore di godersi paesaggi belli in un ambiente ancora intatto e naturale.
A Grosio hanno sede importanti impianti idroelettrici della A2A spa

Barra